Sulle Orme di San Francesco (Maria Vittoria da Roma)

L’ultima settimana di Agosto io ed altri ragazzi della Comunità Gesù Ama di Roma, accompagnati da alcuni responsabili, siamo partiti per un pellegrinaggio nei due luoghi principali della vita e della predicazione di San Francesco, La Verna e Assisi, cercando di approfondire e capire la sua chiamata e la sua spiritualità. Sono stati cinque giorni molto intensi di preghiera, dove il Signore si è manifestato con potenza, parlando al cuore di ognuno di noi indistintamente e donandoci una consapevolezza della Sua Presenza, che personalmente mi ha ridonato quella Fede che, per vari motivi, lungo il cammino si era affievolita. Attraverso la figura di San Francesco il Signore è venuto a farmi riscoprire la freschezza della mia prima chiamata, quella che ha fatto infiammare il mio cuore e che lo ha fatto accendere di Amore per Lui; quella chiamata che va oltre le difficoltà della vita e che si affida completamente all’Amore di Dio Padre e del Suo Figlio Gesù.
Ha riacceso in me la gioia di vivere, che si era spenta a causa dell’abitudine al cammino spirituale che da qualche anno ho intrapreso nella comunità e per le difficoltà incontrate; la bellezza di gioire per le cose che Lui ha creato e per ogni situazione della vita, anche quella più disperata, come faceva lo stesso Francesco, che si affidava al Signore e confidava nel progetto che Lui aveva per la sua vita, che chiamava la morte “sorella”, che viveva la sua vita, spoglio di tutto, ma in perfetta letizia! Non smetterò mai di ringraziare Dio Padre per questa opportunità che mi ha dato e soprattutto perché ha guardato al desiderio del mio cuore, visto che io non sarei dovuta partire per il pellegrinaggio a causa degli studi, ed invece poche ore prima della partenza, attraverso la voce di un responsabile, che mi ha invitato con forza a credere, ad avere fiducia, che Dio avrebbe provveduto alle mie preoccupazioni, donandomi la serenità giusta per affrontare gli esami imminenti, ho sentito il bisogno di mettermi in viaggio, di partire con gli altri giovani, di lasciare tutto! Sì. il signore mi ha chiamato invitandomi ad abbandonare le mie sicurezze, i miei programmi di vita, il mio tempo scandito…a fidarmi del Suo Amore per scoprire sempre di più la bellezza di un nuovo incontro con la Sua Misericordia.Perfetta letizia, dunque, sotto l’azione potente dello Spirito Santo! Grazie Signore per avermi fatto camminare sulle orme di San Francesco, anche solo per qualche giorno, libera dalle mie costrizioni mentali, dalle mie paure, in armonia con il tutto, in comunione con i miei fratelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.