Libero dalla Droga (Martino dalla Sardegna)

Mi chiamo Martino e la mia testimonianza riguarda un lungo e sofferto periodo di tossicodipendenza finito solo grazie all’aiuto del Signore, attraverso la preghiera. Per tanti anni, per l’esattezza 10, ho attraversato questo tunnel senza trovare via d’uscita e tutti i tentativi per venirne fuori sono sempre stati vani, nonostante la voglia di abbandonare questa vita fosse tanta, le tentazioni erano più forti e intanto gli anni passavano portando delle grandi sofferenze non solo a me ma anche a mia moglie e mia figlia che con il loro amore e sostegno mi hanno comunque aiutato ad andare avanti.

Le tentazioni subite in questi anni sono state tantissime, perché oltre al problema della droga ho avuto anche grandi difficoltà dal punto di vista economico, in quanto il lavoro era sempre molto precario e mi trovavo a passare lunghi periodi di disoccupazione, tormento questo che mi affliggeva più di ogni altra cosa e mi spingeva ancora di più a cercare una via di fuga nelle cose sbagliate. Consapevole del male che facevo a me stesso e alla mia famiglia cercai diverse strade per venir fuori dalla droga e quando ormai avevo perso tutte le speranze, pensando che la mia vita fosse arrivata al capolinea, il Signore mi ha chiamato e ho capito che la soluzione non potevo trovarla da solo ma solo con il Suo aiuto; tutti i mali che fino a quel momento mi avevano colpito sarebbero potuti sparire. Nel gennaio del 2001 dissi a mia moglie di voler andare a Roma per poter attraversare le porte Sante di S. Pietro in occasione del Giubileo. La mia richiesta fu così intensa che mia moglie convinta che quello fosse il mio ultimo desiderio e che la mia vita sarebbe finita di lì a poco, nonostante le scarse risorse economiche ha fatto i biglietti per partire.

Arrivati a Roma abbiamo iniziato il nostro percorso e mentre attraversavo le porte della Chiesa di San Pietro sentivo le gambe che cedevano perché l’astinenza dalla droga, iniziava ad avere il sopravvento e a manifestarsi con strani malesseri ma in fondo al mio cuore sentivo che il Signore mi aiutava a restare in piedi, anzi in quel momento ho sentito che Lui mi avrebbe sempre sostenuto e aiutato ad andare avanti. Da quando Dio è entrato nel mio cure sono rinato ed ho allontanato dalla mia anima tanti di quei demoni che fino a quel momento mi avevano annientato.

Tornato a csa ho deciso di riavvicinarmi a Gesù, ricominciando ad andare a Messa, ho iniziato a frequentare la Parracchia di Santa Monica, a Sorso, dove ho conosciuto l’allora parroco don Giuseppe Piras, il quale mi ha aperto le porte della casa del Signore facendomi conoscere il Suo Perdono e da quel momento seguo sempre la Messa la domenica.

L’anno scorso grazie ad amico ho conosciuto la comunità “Gesù Ama” del Rinnovamento Carismatico Cattolico che ho iniziato a frequentare insieme a mia moglie e che mi ha fatto sperimentare ancora di più quanto è grande l’amore che Dio ha per ognuno di noi, per tutti i suoi figli, per ogni persona smarrita, a cui voglio testimoniare che chiunque si affida a Lui, chiunque chieda il Suo aiuto, non rimarrà deluso riuscirà sempre a trovare la strada della Salvezza.

Lo scorso 19 gennaio 2008 ho partecipato al seminario d’Effusione dello Spirito Santo organizzato dalla Comunità in Sardegna, il Signore ha risvegliato in me il dono dello Spirito Santo ricevuto nel Battesimo e ora il mio corpo è finalmente libero dai vizi e dagl’idoli che per anni mi hanno incatenato e che ancora erano rimasti nascosti dentro di me e che non riuscivo a mandare via.

Finalmente LIBERO, posso gridare: GRAZIE SIGNORE, LODE A TE!

 

Martino dalla Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.