Dio è Fedele (Anna & Gianni da Roma)

Vogliamo rendere grazie e lode al Signore per le meraviglie che ha compiuto nella nostra famiglia per mezzo delle quali ci ha donato la grazia di essere testimoni dell’azione salvifica e guaritrice dello Spirito Santo. Siamo due coniugi, Anna e Gianni, uniti dal sacramento nuziale dall’ottobre del 2003 e sin dai primissimi giorni del nostro matrimonio il desiderio di avere dei bambini era fervente. Nonostante i vari tentativi e nonostante il Signore continuava a parlarci attraverso dei passi di fecondità e di speranza, a distanza di 1 anno l’attesa cominciava a diventare pesante. A tal punto che il ginecologo, prima di procedere con degli accertamenti clinici su di Anna, ci consigliò di iniziare dei controlli tramite uno specialista urologo per verificare il mio stato di fertilità. Entrando nella sala di attesa dell’ospedale nel quale lo specialista ci avrebbe ricevuto, ricordiamo di aver avuto sensazioni di profonda tristezza soprattutto nel vedere la notevole affluenza di coppie che come noi facevano affidamento a dei risultati scientifici per riuscire ad acquisire un barlume di speranza .Finiti gli esami specialistici nella stessa giornata, l’urologo mi diagnosticò la presenza di un elevato grado di sterilità del seme genitale a causa di una prostatite risultante ad uno stato ormai avanzato. La situazione di partenza dal punto di vista medico faceva quindi intendere che la nostra unione non aveva le fondamenta necessarie per la costruzione del sogno da noi tanto desiderato. Infatti, oltre alla mia sterilità, Anna nel passato aveva subito un intervento che le aveva provocato la perdita di una tuba. Uscivamo quindi da questa serie di controlli con speranze quasi annullate e con una condizione spirituale di sfiducia nei confronti di Dio che si esprimeva con una sola domanda: “perché tutto questo stava accadendo proprio a noi suoi figli?”In questo nostro percorso un ringraziamento a Dio va sicuramente fatto per i fratelli della comunità “Gesù Ama” della quale facciamo parte, i quali costantemente ci hanno sostenuto con la preghiera e ci hanno stimolato a credere nella presenza di un Dio vivo che compie miracoli, guarigioni e prodigi nel nome del suo santo servo Gesù anche ai giorni nostri.Fu così infatti che Anna, durante una preghiera ricevuta con l’imposizione delle mani, ebbe una rivelazione da parte del Signore che le prometteva la fecondità del suo grembo entro la fine dell’anno. La manifestazione di Dio era stata così travolgente da riportarci in uno stato di serenità e di speranza, a tal punto che da lì a qualche settimana dopo l’ennesimo test farmaceutico di gravidanza fatto da Anna risultò finalmente positivo. Vi lasciamo immaginare l’effetto che suscitò in noi una simile notizia, specialmente perché dai controlli ginecologici dei giorni successivi, era emerso che, al momento della visita specialistica con l’urologo, Anna senza saperlo era già incinta.La nostra testimonianza serve a raccontare che non sempre ci si fida dell’onnipotenza del Signore, finendo così per proiettare il limite e l’impossibilità umana su Dio che, invece, attraverso la sua fedeltà tutto può compiere, specialmente in coloro che credono.

Oggi noi, Anna e Gianni, siamo genitori di due splendidi doni di Dio: Francesca e Mattia con i quali continuiamo a vivere il percorso di fede nella comunità in cui il Signore ci ha chiamati a servirlo con gioia.

Anna & Gianni da Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.