Dio Compie Miracoli (Alfredo da Roma)

Ogni qual volta mi si chiede di testimoniare la mia esperienza con il Signore, il mio cuore si riempie di gioia, pensando a quanto la mia vita e quella dei miei famigliari è stata completamente stravolta, dall’incontro con Lui. Sono un medico e fino a qualche anno fa ero distante dal Signore, addirittura arrabbiato con Lui e posso anche confessare che spesso imprecavo contro di Lui, vedendolo come il responsabile delle cose spiacevoli che accadevano a me, alla mia famiglia, ai miei pazienti. Ma il Suo amore e la sua misericordia sono infiniti e ad un certo punto mi hanno raggiunto, in un modo davvero straordinario. Un giorno, vengo chiamato al capezzale di una mia paziente che avvertiva un forte malessere fisico. Dopo vari accertamenti clinici da me prescritti, le viene diagnosticato un microcitoma polmonare con metastasi ossee, un tumore altamente maligno con una prognosi di pochi mesi di vita: questo almeno e’ quanto la scienza medica afferma, ma il progetto del Signore era completamente diverso.

L’ ospedale dove viene d’urgenza ricoverata era uno dei luoghi di missione ed evangelizzazione della comunità “Gesù Ama” del Rinnovamento Carismatico Cattolico, che oltre ad animare momenti di preghiera comunitaria e la Santa Messa nella cappella, offriva anche, ai malati che lo desideravano, momenti di preghiera personale. Quel pomeriggio, anche la mia paziente, per altro credente e praticante, alla richiesta di preghiera, diede il suo assenso e nonostante in gravi condizioni, volle recarsi in Chiesa, dove pregando le fu annunciata la guarigione fisica.Alcuni giorni dopo venne dimessa per poter trascorrere gli ultimi istanti della propria esistenza nella propria abitazione e una volta a casa ha iniziato ad avvertire, paradossalmente un certo benessere ed un leggero miglioramento delle condizioni generali che ha voluto subito comunicarmi di persona, raccontandomi l’ esperienza di preghiera ricevuta in ospedale, e la certezza della presenza e dell’intervento di Dio nella sua vita. Conoscendo la mia incallita incredulità e diffidenza verso ogni sorta di “miracolo”, in quell’occasione mi lanciò una sfida dicendomi che se fosse guarita io avrei dovuto credere in Dio. Per farla contenta, feci la mia promessa, ma poi fui costretto a partire in missione nella Bosnia Erzegovina, per tre mesi e sinceramente credevo che al mio ritorno non l’avrei più trovata. Appena tornato a casa, ho ricevuto con mia grande sorpresa la sua telefonata con cui mi informava della sua totale guarigione porgendomi l’invito ad andarla a trovare, per accertarmene di persona.. Ancora scettico le chiesi di recuperare le cartelle cliniche prima e dopo gli ultimi accertamenti così che potessi confrontarle: risonanza magnetica, tac, esame istologico, positivi durante il ricovero , erano completamenti negativi dopo aver ricevuto la preghiera.Lei era davvero guarita e la mia vita da lì è completamente cambiata: ho conosciuto i responsabili della comunità Gesu’ Ama ed ora partecipo ad ogni momento di preghiera con tutta la mia famiglia; il rapporto con mia moglie si e’ rinnovato e la presenza di Cristo e’ diventata un collante indispensabile per il rafforzamento della nostra unione. Lo Spirito Santo ha “catturato” anche i miei figli che ora sono impegnati attivamente con i giovani della comunità ad incendiare i cuori di ogni ragazzo lontano da Dio.

Ogni giorno ringrazio il Signore di essersi mostrato in modo incredibile ad un peccatore quale ero, tracciando innanzi a me la via da percorrere. Infine, anche il mio rapporto con i pazienti e’ cambiato e il più delle volte mi trovo ad annunciare loro le meraviglie di Dio a cui nulla è impossibile. A distanza di 10 anni la signora e’ perfettamente in buona salute, io custodisco gelosamente la sua cartella clinica come memoriale di un evento straordinario e comprendo con certezza che quella guarigione e’ avvenuta esclusivamente per testimoniare a tutto il mondo la gloria del Signore.

Alfredo da Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.